Mappa dei negozi di dischi a Milano, Italia.

Un giorno di caccia al tesoro a Milano

Con tanti motivi per visitarla e tanti eventi culturali in offerta, non sorprende che Milano sia anche un posto perfetto per cercare dischi. Se siete fortunati come me e avete un giorno per setacciare le strade in cerca di dischi, o se state pensando alla vostra prossima meta europea, questo post fa al caso vostro.

Prima fermata: Massive Music Store. Il proprietario Alessandro era lì e mi ha presentato l’assortimento. Il negozio ha un’ampia varietà di musica in CD e vinile, con questi ultimi divisi in 5 macro-sezioni: musica italiana; jazz & fusion; soul/funk/reggae; rock e metal; dischi da 5 euro (la mia preferita). È possibile scegliere tra dischi nuovi e di seconda mano, i prezzi sono buoni, le condizioni valutate in modo onesto e l’assortimento è enorme. Non dimenticate di dare un’occhiata anche alla collezione di DVD!

La seconda fermata del giorno l’ho fatta al Libraccio, una libreria che ha anche un’ampia selezione di vinili. I dischi sono divisi in parti uguali tra “Italiani” e “Stranieri” e tutto è di seconda mano, a eccezione di alcune novità in condizioni pressoché perfette. Anche qui l’assortimento è notevole e tiene alto l’interesse: mi ci è voluta un’ora e mezza per rovistare tra tutti gli scaffali, e ne è valsa decisamente la pena.

Adoro i negozi di Cash Converters perché, visto il modo in cui si costruiscono il magazzino, sono l’ideale per trovare dischi rari o strani a prezzi stracciati. Ce n’era uno nei paraggi e la proposta, anche se limitata, non mi ha deluso.

Dopodiché ho visitato la sede di SoundOhm. Anche se non hanno un negozio fisico, nel loro store su Discogs si trovano riedizioni di alcuni dei dischi italiani che di recente abbiamo inserito nella nostra top 30 degli articoli più cari. Dalla lista di dicembre ho preso addirittura 3 dischi! Sono specializzati in jazz psichedelico, sperimentale italiano e d’avanguardia. Se siete in Italia, contattateli per organizzare una consegna speciale al vostro alloggio, per risparmiare sulle spese di spedizione.

Una buona idea è dirigersi in centro per vedere il celebre Duomo, che dista circa mezz’ora a piedi. Dopo aver ammirato il capolavoro architettonico, consiglio di scendere nella stazione della metropolitana. In una delle gallerie sotterranee troverete Mariposa, negozio specializzato in rock e metal che, oltre a proporre scaffali pieni di dischi nuovi, vende merchandising, poster e CD.

Da qui salite verso la piazza e, a 50 metri di distanza, troverete il chiosco Discovery Gigi, gestito da Gigi in persona. Il banchetto sarà piccolo per dimensioni, ma compensa con la qualità. Esperto di prog, rock e jazz italiano, Gigi è stato molto disponibile e mi ha raccontato storie interessanti sulla zona e sulla scena musicale di Milano nel corso degli anni.

Come ultima fermata qualcosa di speciale. A mezz’ora a piedi dalla piazza c’è un negozio dal nome azzeccato, Vinile. In un’unica location Vinile racchiude un tributo al merchandising di Star Wars, un po’ di kitsch anni Novanta, un negozio di dischi, un ristorante E ANCHE un cocktail bar! Gustatevi un cocktail, osservate attentamente le opere d’arte alle pareti, sfogliate i libri di musica che troverete sparsi ovunque o, come me, sporcatevi le mani rovistando tra gli scaffali. Un DJ che propone Northern Soul con gusto, la lista dei vini artigianali e delle birre, e un’insalata intitolata a Erykah Badu non vi faranno pentire della visita.

Se vi trovate in Italia, tenete gli occhi aperti sulle colonne sonore degli anni Settanta. Vi consiglio in particolare Piero Umiliani e Giuliano Sorgini ma, lo dico per esperienza, se la copertina è interessante, in genere anche il disco merita l’acquisto. Buona fortuna e buona ricerca!

Se non potete andare a Milano per tuffarvi su questi dischi fantastici, su Discogs trovate sia Massive Records Store che SoundOhm!

Grazie mille a tutti i negozi per i dischi, i consigli e le chiacchierate.


Return to Discogs Blog

Leave A Reply